LE formichine lottano

•febbraio 27, 2009 • Lascia un commento

Odio la TIM.

I suoi operatori del commerciale falsificano i contratti, bianchettando, rigorosamente dopo la firma del titolare che rimane ignaro di tutto, le parti che non piacciono piu’, inviandoti a pagamento cellulari non richiesti, diversi rispetto a queli che avevi selezionato.

Il call center e’ un muro di gomma. Non sanno dirti nulla e spesso quello che ti dicono e’ sbagliato.

Le offerte commerciali sono fraudolente; promettono tariffe e sconti che poi in boleltta non ritrovi.

ORA BASTA. Si sporge un reclamo alla CORECOM (comitato regionale per le comunicazioni) delegato dal Ministero a promuovere un tentativo di conciliazione con le compagnie. tutto gratuito.

Non vi scoraggiate! Fate valere i vostri diritti ed eliminate le vostre piccole ingiustizie.

Sono davvero arrabbiata, demoralizzata, stufa, amareggiata.

Annunci

Il bar Impero

•ottobre 31, 2008 • Lascia un commento

Grazioso baruccio, affollatissimo all’ora di pranzo, abilmente e amorevolmente gestito da una coppia affiatata di moglie e marito con la presenza, quasi come in un quadretto dell’orrore, della madre di lui.

I piatti sono squisiti e cambiano di giorno in giorno; ma si puo’ sempre contare su un piattone di verdure e su una sana bistecca ai ferri. Il menu’ dispensa tre tipologie di primi, dai piu’ semplici ai piu’ elaborati, ricchi secondi di carne e una selezione di dolci invitanti.

L’altro aspetto particolare di questo fast food all’italiana e’ la clientela: avvocati, collaboratori, segretarie e praticanti. Sembra quasi di essere in un’aula del tribunale – non a caso a due isolati -, in attesa che il cancelliere annunci l’arrivo del giudice.

Dove festeggiare il compleanno?

•ottobre 29, 2008 • Lascia un commento

Bisogna rifletterci…

il Live Lounge? http://www.livelounge.it/home.html

il mago di Oz? http://www.magodioz.org/Site/site.htm

il Juice? http://www.2night.it/v2/torino/locali/membri/11690.html

L’EGO? http://www.ego-to.it/

London calling

•ottobre 29, 2008 • Lascia un commento

Quando londra chiama, non si può far altro che rispondere e il miglior modo di rispondere è prendere un aereo. Caselle in traveau. Ore 10.30, last calling. Ryan air, ormai la sola compagnia low cost che ti porta a Londra a prezzi abbordabili, in orario.

Chi l’ha detto che a Londra piove sempre?? Ecco un cielo blu da fare invidia a… -?!- chi non ha un cielo blu sopra la testa.

Vi raccontero’ una favola…

•ottobre 15, 2008 • Lascia un commento

C’era una volta, una giovane donna che non sapeva cosa fare nella vita.

Era convinta che, dato che non era  ancora riuscita a scoprire il suo TALENTO, sarebbe stato proprio lui a farsi avanti, prima o poi.

Viveva cosi’, quella giovane donna, nella perdurante attesa che che quel qualcosa, che lei chiamava talento, ma che molti altri chiamano anche destino, si mostrasse a lei, le indicasse le scelte da compiere, le persone da frequentare e la strada da seguire.

Intanto, quella giovane donna, aspettava; e anche se non le dava particolare fastidio sostare in questo limbo, nel frattempo, suo malgrado, si trovava a dover VIVERE, a compiere delle scelte, a frequentare delle persone ed a percorre una strada. Ed era proprio questo che non la faceva dormire la notte: aspettare di vivere veramente, continuando a vivere ugualmente. Forse non riusciva a prendere sonno solo per l’ingarbuglimento dei pensieri e forse per lei era cosi’ importante trovare una soluzione che doveva usare tutte le ore disponibili per incominciare la sua VERA vita.

Intanto, aspettava, quella giovane donna, in attesa che il destino bussasse alla sua porta.

SUSHI MENU’

•ottobre 14, 2008 • Lascia un commento

Giapponese a pranzo e’ un ottimo compromesso:

modica e’ la cifra sottratta al portafoglio,

modico e’ l’apporto calorico

e soddisfacente la sensazione di essere, almeno per una volta, FASHION!

Grazioso il localino, non troppo piccolo, ne’ enorme; i due gestori carucci davvero e con la battuta pronta, veloci nell’esaudire tutti i tuoi desidero (purtoppo solo culinari :P) propongono una ricca varieta’ di piatti giapponesi e Tai low cost (compatibilmente con il pesce crudo!); i cuochi sono giapponesine operose, al centro di una cucina quadrata open space.

L’antipasto – gentilmente offerto – e’ veramente delizioso, apprezzabile anche da chi non ama le crudite’; i nigiri con salmone e gamberi davvero ottimi, mentre il sushi non mi ha pienamente soddisfatto: personalmente preferisco un riso un po’ piu’ cotto e il pesce un po’ piu’ mordido, ma assolutamente mangiabile senza pentimenti.

Ristorante Giapponese DAIICHI, via IV Marzo, Torino

Nb. Ritornarci!

UN NUOVO TATUAGGIO: quanti problemi…

•ottobre 12, 2008 • Lascia un commento

Mi sto per laureare,…in verita’ sto ancora scrivendo la tesi – strano come quando uno sia alla fine di qualcosa, ne parli come se quel qualcosa fosse gia’ finito – ma la laurea e’ programmata per febbraio. Comunque, volevo segnare questo momento importante con un altro tatuaggio: un piccolo saggittario sul piede…
Ma ci sono dubbi che mi ronzano in testa: quando ho fatto il mio primo tatuaggio, ho pensato che sarebbe stato l’unico, forse gliel’ho anche promesso…non che gli avessi esplicitamente giurato amore eterno, ma lo trattavo come se ci fosse solo lui al mondo (e dopotutto sul mio piccolo corpicino esisteva solo lui!)…dunque non sono stata IO a fargli credere di essere IL SOLO, piuttosto sono state una serie di circostanze ambigue che gli lo hanno portato a montarsi troppo la testa…
Ora, mi sono guardata intorno e mi sono lasciata distrarre da un’altra immagine che ha catturato la mia attenzione…il problema e’ che non so come dirglielo…potrei far finta di niente e lasciare che si scoprano da soli (d’altro canto non e’ possa prendere e andarnese…)(e fortunatamente non e’ un tatuaggio con un’espressione, quindi non potrebbe nemmeno fare l’offeso e tenermi il muso!)…pero’ fare le cose di nascosto non mi e’ mai piaciuto…sono troppo schietta…
L’alternativa allora e’ raccogliere il coraggio e affrontarlo, spiegandogli che, anche se ne arrivera’ uno nuovo, lui rimarra’ sempre il primo e il periodo che lui rappresenta non verra’ surclassato da quello che sto vivendo…
Convinta? direi proprio di no! perche’ dire: segni particolari: 1 tatuaggio fa pensare che il simbolo che ho appiccicato dietro la schiena abbia davvero un significato con la s maiuscola. Mentre riempirmi il corpo di disegni porta un’altra immagine di me, una Carolina che si fa i tattoo semplicemente perche’ le piacciono.
la domanda e’: posso accettarlo?